Pop Therapy: Fiorucci in mostra a Modena

E’ scomparso nel 2015 Elio Fiorucci, ma la sua carismatica figura non smette di affascinare e per questo Modena gli rende omaggio con una mostra che celebra il suo universo pop.

Pop Therapy, lo spirito rivoluzionario della figurine Fiorucci è proprio il nome della mostra che fino al 25 agosto 2019 si può ammirare nelle stanze del Museo della figurina in Corso Canalgrande 103 e che ripercorre le tappe del successo del brand e celebra i 25 milioni di bustine di figurine vendute da Fiorucci.

La mostra si apre con il racconto della storia (solo accennata) di Elio Fiorucci ed è divisa in sezioni – Dance, Romance, Swim – dove vengono mostrate le figurine che hanno accompagnato le stravaganti lezioni di moda e stile di Fiorucci dagli anni 80 fino ad oggi: una tra tutte, gli album Fiorucci non si presentavano come un libro sfogliabile bensì come un raccoglitore.

Inconfondibili i colori sgargianti e il marchio Fiorucci declinato in ogni modo senza uno stile riconoscibile eppure assolutamente inconfondibile.

Ultima sezione, forse la più scenografica, è dedicata agli store Fiorucci realizzati per lo stilista da famosi architetti come Michele De Lucchi, Ettore Sottsass, Amalia del Ponte.

Ogni sezione è racchiusa in una teca di vetro mentre al centro del locale, il Museo della Figurina di Modena, si trova l’installazione di Ludovica Gioscia fortemente influenzata nelle sue opere proprio dalla cultura anni 80.

In mostra ci sono tessuti, frammenti di diari personali, carte da parati, dei Portals dell’artista, degli schizzi grafici che, appesi al soffitto, creano un’effetto ancora più Pop nell’ambiente.

Architetto, travelblogger insegnante di storia dell'arte e instancabile viaggiatrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *