Come si mangia da Flower Burger a Milano

Flower Burger per me è un indirizzo fisso o quasi ogni volta che vado a Milano e voglio mangiare bene e in velocità; avevo già visitato il punto vendita di Viale Vittorio Veneto e oggi sono tornata a mangiare da Flower Burger ma nel negozio di Via Tortona.

Flower Burger Milano

L’ambiente è informale ma lineare e ricercato al tempo stesso, domina il legno e il nero con aggiunta di colore dato dalle sedie e dagli sgabelli, disposti in maniera solo apparentemente disordinata attorno ai tavoli.

Luci ricercate, sopratutto nella versione a muro, e grandi decorazioni floreali rendono l’atmosfera  pop ma ricercata allo stesso tempo e le dimensioni limitate dell’ambiente gli conferiscono un senso di intimità.

Flower Burger Milano
Flower Burger Milano

L’offerta di Flower Burger è semplice: ottimi panini vegan e pane “speciale” declinato in vari gusti e colori.

Io ho scelto il classic cecio con burger a base (ovviamente) di ceci  e orzo arricchito con insalata, pomodori e maionese vegana il tutto racchiuso dentro a del pane multicereali con semi di papavero.

Flower Burger Milano

Si possono però sperimentare anche proposte più “sfiziose” come il cheesy cecio a base di formaggio vegano o il cherry bomb con burger di lenticchie e riso, salsa rocktail e pomodori confit.

Spesso inoltre il Flower Burger ospita le ricette del food mentor Marco Bianchi che crea in esclusiva ricette speciali in edizione limitata come il Mamma Mia, burger di riso e piselli con pane alla barbabietola, pomodori e capperi tutto da gustare.

Il servizio è rapido, non invadente e le ragazze sempre molto gentili e cordiali.

Flower Burger Milano

I prezzi sono in linea con l’offerta di una città come Milano e, forse, potremmo dire, anche un poco al di sotto della qualità proposta e degli ingredienti.

Il mio classic cecio è costato 6 euro.

Il mio consiglio è sicuramente di provare Flower Burger e sono sicura che non ne resterete delusi ma evitate gli orari più affollati perchè entrambi i punti vendita sono davvero piccoli.

Molte altre info, compresi tutti gli ingredienti d ogni singolo panino sono nel sito

flowerburger.it

Architetto, insegnante di storia dell'arte, vegetariana e viaggiatrice. Questo è il mio spazio per raccontarvi la mia visione del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *