Bloom 33 Botanic Bar: l’indirizzo che mancava a Crema

E’ bastata una volta sola per capire che il Bloom Botanic Bar di Crema sarebbe diventato uno dei miei indirizzi preferiti per una sosta sana e golosa in via Mazzini.

Secondo me era l‘indirizzo che mancava a Crema, fresco, giovane e con proposte vegetali (ma non solo) capace di unire la bellezza di un arredo informale con ricette  ricercate e raffinate.

Bloom Botanic Bar Crema

Dietro il bancone Elena Copa e Veronica Capelli per un’accoglienza perfetta che mescola gentilezza, freschezza e spontaneità.

Bloom Botanic Bar Crema
Bloom Botanic Bar Crema

Tavoli in legno e mattoni a vista la fanno da padrone grazie al tocco di design dell’architetto Davide Beretta, mentre la decorazione è, appunto, botanica, in onore del nome del locale, affidata cioè ad un gran numero di piante e di arredi con tonalità verdi in mood floreale e jungle.

Sì, anche in bagno l’effetto botanico continua!

I menu sono diversi a seconda dell’ora del giorno e di che cosa volete mangiare o bere; quello nella foto è il menu di metà pomeriggio per una merenda o una sosta veloce e informale ed è orientato prevalentemente alla caffetteria o alla piccola cucina.

Le proposte per il pranzo spaziano invece dai toast aperti agli avocado toast alla mozzarella con verdure e altre proposte secondo la stagionalità dei prodotti.

Io ho provato una centrifuga della casa (anche se lo yogurt con frutta attirava la mia attenzione!!) e non ne sono rimasta delusa: servita con ghiaccio, sottovaso in legno e cannuccia di carta è dissetante e molto estiva.

Il Bloom Botanic bar è davvero partito con il piede giusto e non può che continuare su questa strada

Architetto, travelblogger insegnante di storia dell'arte e instancabile viaggiatrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *