Bassano del Grappa: cosa vedere nella città sul Brenta

Bassano del Grappa è stata davvero una bella scoperta! Una città elegante e viva, ricca si spunti storici e artistici, tutta da visitare.

Il ponte degli Alpini è sicuramente il luogo più visitato e più caratteristico di Bassano, il più ammirato e fotografato e, sicuramente, il più famoso. 

Costruito nel 1209, il Ponte degli Alpini, è considerato uno dei più caratteristici d’Italia essendo totalmente in legno e coperto; dal 1928 è dedicato a tutti gli alpini che lo attraversarono per andare a combattere sull’Altopiano dei Sette Comuni, teatro della prima guerra mondiale. 

Per fotografarlo ho scelto un luogo che offre una panoramica meravigliosa: il cortile di Palazzo Sturm che offre una visuale splendida proprio sul Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini e sul fiume Brenta.

Palazzo Sturm, costruito a metà del XVIII secolo, ospita il Museo della Ceramica Giuseppe Roi e il Museo della Stampa Remondini e, in questo periodo, anche la mostra Albert Dürer. La collezione Remondini.

Il grande rinoceronte all’ingresso del palazzo infatti rende omaggio proprio a Dürer che non vide mai veramente il primo esemplare di rinoceronte giunto a Lisbona nel 1515, ma volle comunque rappresentare l’animale vista l’eccezionalità dell’evento e della storia.

Proseguendo la visita si arriva nella piazza centrale di Bassano del Grappa, piazza Libertà, dominata dal palazzo del Comune e dalla Chiesa di San Giovanni.

Lasciatevi affascinare dalla bellezza di queste architetture e proseguite per via San Bassiano fino a Piazza Garibaldi (il sabato in queste piazze si svolge il mercato cittadino) e poi perdetevi per via Matteotti o via Vendramini e arrivate fino al Castello degli Ezzelini.

Le parti più antiche del Castello degli Ezzelini risalgono al XII secolo e sono le parti in muratura costruite con i sassi del Brenta, successivamente furono edificate altre cinte murarie e la Torre dell’Ortazzo e le modifiche continuarono anche oltre il XV secolo, momento in cui il castello passò al dominio Veneziano.

Architetto, insegnante di storia dell'arte, vegetariana e viaggiatrice. Questo è il mio spazio per raccontarvi la mia visione del mondo.

Comments (2)

  1. Un bellissimo racconto, mi hai fatto venire la voglia di andarci. Poi, quella foto del rinoceronte, davvero super!

    1. Sì davvero! Bassano è una cittadina da visitare anche se fuori dai circuiti del turismo di massa. Anche i dintorni sono favolosi: Marostica con la piazza degli scacchi, Possagno con il museo dedicato a Canova e Asolo con la villa di Eleonora Duse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *