La bellezza di Ferrara

Ferrara è una città di provincia ma ha un cuore grande e un’anima forte, lo si capisce subito, dal centro storico, dalle vie strette e lastricate, dalle case di mattoni che ti abbracciano e ti sussurrano mentre percorri i vicoli del centro storico.

Piccola e molto ben curata, Ferrara, è tranquilla e silenziosa ma ricca d’arte e di fascino; in ogni strada, in ogni vicolo, sembra di vedere passeggiare Giorgio Bassani e Micol e Alberto e tutti i personaggi de Il giardino dei Finzi Contini, si vedono sfrecciare biciclette ovunque e se si alzano gli occhi si ammirano gli ombrelli sopra le strade del Ghetto ebraico.

In via Mazzini si è fatta la storia e ancora oggi se ne trova traccia nelle lapidi in memoria dei deportati con la sinagoga a vegliare su una delle strade più centrali della città.
Non può mancare una visita al Castello Estense, alla Cattedrale o a Palazzo dei Diamanti ma tra gli itenerari meno conosciuti vi propongo si allontanarvi un poco dal centro e andare a San Cristoforo alla Certosa, sede dei monaci di Gronoble dell’Ordine Certosino inglobato nel cimitero monumentale della città.

Ogni meta, ogni angolo, ogni scorcio è ricco di fascino e suggestivo, da assaporare con un tempo lento da città di provincia.

Una via di Ferrara

San Cristoforo alla Certosa
San Cristoforo alla Certosa

Gli ombrelli sopra via Mazzini  
Piazza della Cattedrale

Palazzo dei Diamanti

Palazzo dei Diamanti

Castello Estense

Cattedrale


 

Architetto, insegnante di storia dell'arte e instancabile viaggiatrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *